“Toscana bilingue (1260 ca. – 1430 ca.). Per una storia sociale del tradurre medievale”, a cura di Sara Bischetti, Michele Lodone, Cristiano Lorenzi, Antonio Montefusco (in corso di stampa, con uscita prevista per dicembre 2020)




Premessa
 
Introduzione
A. MontefuscoChe cos’è la storia sociale del tradurre medievale  
 
Parte I: Le lingue in questione
1. B. Grévin, Bilinguismo e diglossia
2. R. VielTra Provenza e Toscana: testi, lingua, e manoscritti dal XIII al XV secolo
3. F. ZinelliFrancese d’Italia e francese di Toscana (tradizioni manoscritte)
 
Parte II: Per una storia sociale del volgarizzare
4. E. Artifoni,Un problema della cultura retorica comunale. I modice literati tra latino e volgari
5. G. MilaniI contesti politici e sociali degli intellettuali toscani del Trecento
6. L. Tanzini, Volgarizzare i documenti, volgarizzare gli statuti
7. R. IacobucciLa figura del volgarizzatore: scelte grafiche e aspetti della mise en page nei codici di Andrea Lancia
8. J. HayezLes marchands toscans face au latin vers 1400. Indices de contacts linguistiques dans l’Archivio Datini
9. M. Cursi  S. Bischetti, Per una codicologia dei volgarizzamenti: il caso di Albertano da Brescia
10. M. LodoneI testi profetici tra latino e volgare
11. L. MaininiTracce femminili nei libri e nei testi del primo Trecento
 
Parte III: Canone e volgarizzamenti (Lingue e auctores?)
12. M. Gragnolati – E. Lombardi,“La ‘bella verità’: volgarizzazione lirica e piacere linguistico in Dante”
13. P. Nasti,Dante e la traduzione
14. L. GeriUna “nuova veste” per una fabella che commuove i dotti. Petrarca, il volgare e la traduzione di Dec. X 10
15. S. CarraiBoccaccio volgarizzatore
 
Parte IV: I Mendicanti tra latino e volgare
16. A. PegorettiPer una definizione minima dei volgarizzamenti “francescani”
17. M. Conte, Verso l’identificazione di una teoria domenicana del tradurre medievale
18. X. Biron, Volgarizzatori agostiniani nella Toscana del Trecento
19. I. Gagliardi, I Gesuati e i volgarizzamenti (seconda metà XIV – prima metà XV secolo)
 
Conclusioni
20. C. Revest, Langue de la patrie et langue du pouvoir: une question humaniste entre Florence et Rome au début du Quattrocento

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Search OpenEdition Search

You will be redirected to OpenEdition Search